Brand

Il Fashion Storytelling è il media project che descrive, attraverso foto e testi, l’anima creativa di un Artista o di un Brand.
Un vero e proprio strumento narrativo, emozionale e commerciale.
Il Fashion Storytelling è rivolto ad Artisti e Brand che vogliono costruire o raffinare l’allure della propria identità ed il senso di appartenenza da parte del proprio pubblico.

Il Fashion Storytelling interpreta il flusso creativo-produttivo, restituendo contenuti in forma cartacea o social, attraverso:
• Scatti della Collezione Ufficiale (look book, catalogo, campagna )
• Dietro le quinte sul metodo di lavoro e sul processo di creazione
• Bozzetti e schizzi, scelti tra i processi creativi
• Testo, ispirativo e descrittivo, del mondo creativo
• Ritratti dell’artista/ideatore, istituzionale e interpretato


Vittoria Bonini Couture: Michelangelo Collection 2018

“Scolpire significa asportare materia; ma significa anche scavare, pensare, sentire e vivere in intima unione con il marmo finché l’opera sia compiuta”. Così Irving Stone racconta il senso dell’opera di Michelangelo nel suo imponente “Il Tormento e L’Estasi”, biografia fascinosamente romanzata dell’artista. La febbre del marmo per uno scultore, così come la febbre[...]

Cos'è il Fashion Storytelling

Con grande piacere, ho accettato l'invito di FotoImage e di Fulvio Bugani (fotografo pluripremiato: trovate i suoi suggestivi lavori qui ) a raccontare cos'è il Fashion Storytelling, come trovare storie interessanti legate ad un brand o un prodotto, come progettarne il racconto, in modo che sia efficace in base ad obiettivi predefiniti e come realizzare una storia, sc[...]

Vittoria Bonini Couture 2015

  Abiti Couture: arte, tradizione, eccellenza. PASSIONE, ELEGANZA. Uno dei momenti più importanti della vita di Vittoria Bonini, è stato trovare il suo Atelier. A pochi passi dal centro di una Bologna tanto legata alla tradizione, quanto all'innovazione, Vittoria ha costruito qui il suo mondo creativo. Si respira arte, entrando. Le grandi fines[...]

Vittoria Bonini e Cristina D'Avena a Sanremo: due prime volte e un sogno.

"Chissà se un giorno ci sarà anche un mio abito, che scende quella scala". Così Vittoria si ripeteva quando, da ragazzina, sperimentava con stoffe e drappeggi, guardando alla tv attori e cantanti, mentre scendevano la scalinata più famosa della tv italiana. Sognando, si immaginava che, all'apertura delle porte, un giorno sarebbe comparsa una sua creazione. Vitt[...]